Perché leggere PROGENIE DEGENERE?

Non è un libro buonista, tantomeno un racconto romanzato a tinte rosa o uno storico polpettone variegato di copia-incolla e codizionamenti storicistico-ambientali; neanche si pone come riscatto ad un senso di colpa latente o acclarato, di cui il protagonista è assolutamente privo. Certo l'irragionevole troverà una spiegazione, un epilogo, ma non è questo il punto. Ho raccontato una storia senza sentirmi "giudice". Ho guardato con gli occhi del male una realtà divenuta adulta dopo l'abuso e di come l'abuso sia capace di mescolare sangue e sensi, anche là dove l'amore non c'entri. C'è una strana e insana empatia tra Samuel ed Ela, morbosa e gridata per lui (Samuel), silenziosa e invasiva per lei (Ela). Sono stati generati dal male ed è dal male che degenerano.

.

venerdì 3 giugno 2016

UN PUNTO FERMO


Ho ripreso a scrivere, ritagliandomi un po' di tempo dopo i pasti e verso sera, quando i rumori stranamente tacciono e c'è solo la scelta della musica giusta. Come una medicina il desiderio di scrivere arriva. Quello che scrivo a volte mi stupisce negativamente. C'è una parte di me che non si pone censure, che ha bisogno di rendere il racconto avulso da inibizioni. Senza freno, vago libera nei meandri più oscuri della mia indole. Non la sola ricerca della memoria, perché tutte le porte sono come spalancate. Mi cerco e mi trovo. Che strana che sono! Del resto lo sono sempre stata. Credo a quello che sento, ma sono quello che immagino. Le parole appagano più del cibo. MRosariaC



I miei libri:

PROGENIE DEGENERE - L'origine del male.

Nora Daren. Il corpo, il suo supplizio


Nessun commento:

Posta un commento

CORREZIONE GRAMMATICALE E SINTATTICA. EDITING...