Perché leggere PROGENIE DEGENERE?

Non è un libro buonista, tantomeno un racconto romanzato a tinte rosa o uno storico polpettone variegato di copia-incolla e codizionamenti storicistico-ambientali; neanche si pone come riscatto ad un senso di colpa latente o acclarato, di cui il protagonista è assolutamente privo. Certo l'irragionevole troverà una spiegazione, un epilogo, ma non è questo il punto. Ho raccontato una storia senza sentirmi "giudice". Ho guardato con gli occhi del male una realtà divenuta adulta dopo l'abuso e di come l'abuso sia capace di mescolare sangue e sensi, anche là dove l'amore non c'entri. C'è una strana e insana empatia tra Samuel ed Ela, morbosa e gridata per lui (Samuel), silenziosa e invasiva per lei (Ela). Sono stati generati dal male ed è dal male che degenerano.

.

mercoledì 20 novembre 2013

LA MIA ESPERIENZA CON L'E-BOOK

http://www.bookrepublic.it/book/9788867559817-progenie-degenere-lorigine-del-male/http://www.bookrepublic.it/book/9788867559817-progenie-degenere-lorigine-del-male/Probabilmente è ancora giovane un'opinione sul caso, ma ci tenevo ad esporre alcuni punti di vista che ritengo possano tornare utili a quanti decidano di scegliere un'auto-pubblicazione che esuli il cartaceo, senza però precluderselo del tutto. Dopo varie sortite nel web, tra forum e blog a tema e rigorosamente da lettore silente, vagliando preventivi abbordabili e pseudo appetibili, mi imbatto nel self-publishing NARCISSUS e finalmente tutto mi appare più chiaro e lineare, semplicistico nell'accezione meno viziata del termine, perché in realtà se non hai le idee chiare e soprattutto non sai come gestirti i vari formati previsti e richiesti per la pubblicazione, quello di cui necessiti è indubbiamente un "chi" propenso e paziente per qualsiasi dubbio si profili. Una redazione puntuale, attenta ed un sito davvero piacevole da spulciare per grafica e contenuti. Terminato il mio eBook (PROGENIE DEGENERE...), che ho provveduto anzitempo ad impaginare, salvare e caricare secondo il formato richiestomi, nonché la copertina da me ideata - insomma, senza starci a girare troppo intorno - quello che ho dovuto acquistare prima della pubblicazione, è stato il mero codice ISBN ad un costo irrisorio. Concludo dicendo che la mia esperienza finora sia positiva, e che per quanti invece il cartaceo sia ancora e giustamente la pubblicazione più ambita, credo si debba riconoscere all'eBook la capacità di aver sovvertito e scompaginato il monopolio editoriale, il potere decisionale di tanti editori che snobbino a priori l'esordiente, considerandolo una sorta di reietto copista, per poi ritrovarsi tra le mani pubblicazioni di Case blasonate pullulanti di strafalcioni grammaticali e scrittori alla stregua di barzellettari osannati.


CORREZIONE GRAMMATICALE E SINTATTICA. EDITING...